ULTIMI AGGIORNAMENTI: CIRCOLARE N. 16/E Agenzia delle Entrate, 29 novembre 2021

Un archivio, tre percorsi di ricerca

L’archivio accoglie l’ampio corpus documentale di riferimento per l’accesso al Superbonus 110%, reso fruibile agli utenti attraverso una modalità di ricerca multi-variabile che rappresenta il valore aggiunto rispetto a sistemi di archiviazione analoghi.

ATTI NORMATIVI

Leggi e regolamenti collegati agli articoli 119 e 121 della legge “Rilancio”

ATTI INTERPRETATIVI

Una raccolta degli atti interpretativi tematici

PAROLE CHIAVE

Dalla A di “asseverazione “alla V di “visto conformità”: la ricerca per parola-chiave consente la focalizzazione diretta dell’argomento di interesse e dei relativi corollari normativi ed interpretativi.

Linee guida RPT per la determinazione dei corrispettivi

L’articolo 17-ter del DL  137 /2020 prevede l’applicazione della disciplina in materia di equo compenso nei confronti dei professionisti incaricati di prestazioni finalizzate all’accesso ai benefici fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici (ecobonus); in particolare, obbliga i soggetti destinatari della cessione dell’agevolazione fiscale ad applicare tale normativa per le prestazioni rese nei rapporti con i clienti diversi dai consumatori.

Per calcolare la parcella professionale si dovrà fare quindi riferimento ai parametri introdotti dal DM 17 giugno 2016: particolarmente utili, in tal senso, le linee guida messe a punto dal gruppo di lavoro “Determinazione Corrispettivi Superbonus”.

CALCOLO COMPENSI PROFESSIONALI

CALCOLO COMPENSI D.M. 140/2012 e D.M. 17/06/2016.

AL SERVIZIO DEI PROFESSIONISTI

La “grande scommessa”

Il Superbonus 110%, introdotto con il decreto Rilancio, è la “grande scommessa” dell’Italia: è la misura che può rilanciare il settore edilizio, fornire una spinta alla ripresa economica, porre le basi per un piano nazionale di riqualificazione energetica e sismica degli edifici.

I geometri e la filiera professionale

Ed una grande opportunità per la Categoria: i geometri – assieme ad ingegneri e architetti – sono parte integrante di quella filiera professionale chiamata ad assolvere le prestazioni connesse alla detrazione fiscale del 110%.

Norme, regole e procedure

Ai professionisti del Superbonus è richiesta l’osservanza di una molteplicità di norme, regole e procedure, oltre alla prestazione squisitamente tecnica; una mole di documenti soggetti ad aggiornamenti continui, che richiede tempi lunghi di ricerca e consultazione.

Uno spazio pubblico di ricerca e consultazione

Per ottimizzarli, il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati ha realizzato un archivio documentale digitale “tarato” sulle esigenze specifiche dei propri Iscritti ma liberamente fruibile da ogni altro pubblico interessato: professionisti tecnici, amministratori di condominio, proprietari immobiliari, famiglie.

Esperienze e buone prassi green

Il Superbonus 110% è un volano per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica del patrimonio immobiliare mediante investimenti in impiantistica, nell’ottica di riduzione delle emissioni e incremento del valore dell’immobile. Tante le buone prassi di Categoria, raccolte nella sezione Geometri per l’ambiente e il territorio.

La formazione continua

Sin dagli esordi della misura, il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati ha stimolato la definizione di percorsi formativi che si avvalgono dei contributi della commissione Sostenibilità ambientale ed efficientamento energetico, raccolti nella sezione Report e pubblicazioni.

REPORT E PUBBLICAZIONI

INVESTIRE NELLA SOSTENIBILITÀ

I NUMERI DEL 110% IN EDILIZIA

Dati aggiornati al 30 settembre 2021 – Fonte: dati ENEA

NUMERO ASSEVERAZIONI

46.195

rispetto al 3 agosto

TOTALE INVESTIMENTI

7.495.428.322,63 €

VALORE DEGLI INTERVENTI PER TIPOLOGIA

INVESTIMENTI MEDI

557.730,54 €

CONDOMINI

101.992,21 €

EDIFICI UNIFAMILIARI

93.590,50 €

UNITA’ IMMOBILIARI INDIPENDENTI

TOTALE INVESTIMENTI AMMESSI A DETRAZIONE PER REGIONE

LOMBARDIA

1.127.015.061,40 €

LAZIO

746.540.524,43 €

VENETO

731.515.962,36 €

CAMPANIA

627.491.269,59 €

EMILIA-R.

617.820.218,47 €

SICILIA

513.447.151,55 €

TOSCANA

512.665.369,32 €

PIEMONTE

487.953.316,55 €

PUGLIA

429.531.723,64 €

CALABRIA

326.961.369,83 €

ABRUZZO

252.138.459,15 €

SARDEGNA

244.423.937,53 €

MARCHE

213.306.254,45 €

FRIULI V. G.

153.947.600,34 €

BASILICATA

143.459.614,39 €

TRENTINO A.A.

117.943.735,39 €

UMBRIA

112.029.637,40 €

LIGURIA

68.041.786,86 €

MOLISE

52.833.139,53 €

VALLE D’AOSTA

16.362.190,45 €