La riqualificazione aumenta il valore capitale dell’immobile

La riqualificazione aumenta il valore capitale dell’immobile

Ci sarà tempo fino al 31 dicembre 2022 per il Superbonus 110%, lo indica la Legge di Bilancio 2021 in vigore dal 1 gennaio 2021 (QUI il testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale), in cui viene altresì previsto che ai condomini e agli edifici ex Iacp siano concessi altri 6 mesi di tempo, nel caso in cui per i primi sia completato il 60% dei lavori prima della scadenza della misura (30 giugno 2022) e posticipando il termine al 30 giugno 2023 per i secondi.

Uno spostamento assicurato dalla Finanziaria, a cui il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), attuativo del Next Generation EU offre a milioni di proprietari di immobili la possibilità di aumentare il valore del proprio patrimonio con una proroga di ulteriori tre anni. Si profila una grande opportunità per gli italiani, e al loro fianco anche per i professionisti tecnici, che insieme si inseriranno a pieno titolo fra i protagonisti della crescita economica del Paese.

A fare luce su un aspetto non sempre osservato dal mercato è stata una recente pubblicazione, che ha evidenziato come la riqualificazione energetica e la messa in sicurezza sismica concorrano a determinare una stima migliorativa dell’immobile, oltre a un risparmio di costi nella gestione ordinaria.

Si tratta di “Indicazioni metodologiche preliminari sulle modalità di valutazione dell’efficienza energetica e della qualificazione sismica degli edifici nel valore di mercato”, un titolo tecnico elaborato da ABI (Associazione Bancaria Italiana), Ania (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici), Assovib (Associazione Società di Valutazioni Immobiliari), Cdp (Cassa Depositi e Prestiti), Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, Collegio Nazionale Agrotecnici, Collegio Nazionale dei Periti agrari, Confedilizia, Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Forestali, Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, Consiglio Nazionale Ingegneri, Consiglio Nazionale dei Periti industriali, Tecnoborsa (QUI per il download).

Al tavolo di lavoro – composto dai protagonisti della filiera del credito immobiliare e, in rappresentanza del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, dal consigliere Livio Spinelli – va il merito di aver messo a punto lo strumento per stimolare correttamente la domanda nazionale, favorendo il processo di efficientamento energetico degli edifici nell’ambito di un più ampio intervento volto a contenere il riscaldamento globale.

Al raggiungimento di questi obiettivi importanti il documento presta particolare attenzione, offrendo al valutatore una serie di approfondimenti che possono essere un utile punto di partenza. Nello specifico, fornisce un quadro delle possibili indicazioni operative in tema di valutazione dell’efficienza energetica e del grado di resilienza ai fini dell’incidenza sul valore di mercato. Un bagaglio di informazioni utili che, oltre a rendere consapevoli i proprietari, consente di entrare nel merito di come la riqualificazione degli edifici produca benefici economici e si traduca in un aumento del valore capitale dell’immobile.

Per i professionisti tecnici sono indicazioni metodologiche preliminari’ come recita chiaramente il titolo, senza alcuna proprietà prescrittiva; eppure iniziare a osservarle con fiducia sarebbe prudente: solitamente le intuizioni portano con sé un fondo di grande lungimiranza.